Per aumentare l’effetto delle miscele di oli essenziali e carrier un ottimo sistema è sostituire parte degli oli di base con uno o più oleoliti con un’azione sinergica.

Questi macerati oleosi riescono ad estrarre dalle piante liposolubili principi attivi diversi rispetto a quelli contenuti negli OE e quindi possono potenziare e rendere più efficace la miscela aromaterapica oppure possono essere usati da soli o incorporati in preparazioni come gli unguenti.

Pur essendo efficaci sono molto dolci e non hanno particolari controindicazioni, salvo ipersensibilità individuali.

Se ne trovano moltissimi diversi, ognuno con indicazioni specifiche, in vendita sia online che offline oppure possono essere preparati in casa con una ricetta relativamente semplice che potete trovare sul sito www.nonnaelvira.com.

Seguimi anche su Facebook:

Tra i più famosi e comuni:

l’oleolito di calendula, indicato per nutrire la pelle delicata specie quella dei bambini anche in caso di irritazioni e screpolature

l’oleolito di camomilla, ad azione calmante, antidolorifica ed antispasmodica che è ideale per massaggi su parti doloranti ed infiammate

l’oleolito di iperico, che deve essere rosso vivo e non giallo ed è cicatrizzante, antidolorifico, disinfiammante da usare anche su piccole bruciature e punture d’insetti magari addizionato di qualche gtt di OE di Lavanda, piccole ferite addizionato con qualche gtt. di incenso o mirra, dolori articolari, ecc.

Oltre all’uso terapeutico sono ottimi per la bellezza della pelle e dei capelli.