esantema della varicella

Siccome in famiglia abbiamo un caso di varicella, che tenderà ad estendersi, colgo l’occasione per parlare di come l’aromaterapia può aiutarci ad attenuare il prurito e la possibilità di infezione delle lesioni.

Innanzitutto va detto che la Varicella deriva da un virus [Varicella zoster (Vzv)] della famiglia degli Herpes Virus e per questo motivo gli antibiotici sono inutili e gli antivirali vengono prescritti solo a persone gravemente immunodepresse e, comunque, hanno un effetto limitato a fronte di effetti collaterali abbastanza importanti.

Le cure per bambini ed adulti sono essenzialmente “sintomatiche”, mirano cioè solo a ridurre i sintomi in attesa che passi la malattia che, in genere, ha un decorso benigno ed una durata che va dai 7 ai 10 giorni.

Seguimi anche su Facebook:

Per la febbre si usa la solita tachipirina, mentre va evitata l’aspirina che può dare complicanze (sindrome di Reye), se preferite usare rimedi naturali anche in abbinamento alla tachipirina potete fare impacchi freddi di una miscela composta da 500 ml. di acqua e 3 gocce di olio essenziale di lavanda più 2 gocce di olio essenziale di camomilla romana ben miscelati prima dell’uso.

Per il prurito delle lesioni in alcuni casi vengono prescritti farmaci antistaminici ma altrettanto efficaci e completamente privi di effetti collaterali sono i rimedi naturali ed i rimedi “della nonna”:

– bagni o impacchi con amido di riso

– talco alla calendula prima della nanna

– guanti di cotone di notte per evitare di infettare le lesioni

– evitare il sole e gli indumenti sintetici

– tamponare (molto delicatamente) le lesioni con un unguento composto da 2 cucchiai (30 ml circa) di oleolito di calendula più 1 goccia di olio essenziale di limone, 2 gocce di olio essenziale di lavanda, 1 goccia di olio essenziale di incenso e 2 gocce di olio essenziale di camomilla romana. Questo unguento limita la possibilità di infezione delle lesioni, limita il prurito e favorisce la cicatrizzazione, ha una concentrazione molto bassa, dell’1%, quindi è adatto anche ai bambini. Se alcuni oli essenziali della miscela vi mancano potete anche utilizzare solo oleolito di calendula e olio essenziale di lavanda mantenendo una buona efficacia in attesa di poter comprare gli altri ed integrare il composto. E’ fondamentale però non toccare l’unguento con le mani per evitare di contaminarlo, usate una pipetta pulita per far cadere le gocce e mantenete sempre una perfetta igiene lavandovi le mani spesso e lavandole ai bambini.